Archivi per la categoria: posizionamento

È passato quasi un anno dal mio ultimo post su questo blog..e mi dispiace 😦
Intanto mi sono dedicata ad altri progetti personali e ho scoperto la mia passione smisurata per Jane Austen dedicandole un blog (eh lo so sono poco originale..ma se vi va, fatevi un giro anche qui)

Se non scrivo di Seo e non aggiorno il blog non è per mancanza di voglia/tempo, ma per un forte senso di nausea che provo per moltissimi miei “colleghi”.

Si parla del nostro lavoro solo per sputtanare quello degli altri…faccina-arrabbiata

Si raccontano le proprie vittorie (e credetemi alcune da veri principianti) solo per mostrare ai clienti che le altre Web Agency non sono preparate quanto la loro.

Ma voglia di discutere, di quelle discussioni sane che aiutano a crescere a livello professionale…niente, neanche l’ombra.

Allora io che faccio? Me ne sto nella mia “piccola” realtà fatta di tante soddisfazioni, di esperienze, di test e di risultati senza più intervenire nei forum, su facebook o Dio solo sa dove si incontrano questi maestri del Seo.

Tanti aggiornamenti del settore, tanti cambiamenti in serp che hanno messo a dura prova il nostro lavoro, ma pochi stimoli intellettivi da chi si definisce seo guru.

Lo so, io per prima non ho raccontato niente di interessante…ma mi rifarò, promesso!

 

 

Beh..che dire?
Finalmente è tornata la quiete dopo la tempesta che si è scatenata sul gruppo facebook “Fatti di Seo” e quindi vuole dire che posso tornare a parlare come sempre..senza preoccuparmi che 1200 persone entrino nel mio blog e mi giudichino per quella che sono-non sono 🙂

Stavo leggendo questo articolo  e mi ha colpito molto una frase che da tempo penso sia fondamentale per chi ogni giorno consiglia ai propri clienti, o colleghi seo il meraviglioso mondo dei link..

That is because search engine optimization is not, never has been, and never will be “all about links”

Cioè in pratica, l’ottimizzazione per i motori di ricerca non è MAI stato e MAI sarà fatta dai link…

Beh voi direte…ma lo sapevamo..eh ma non tutti i seo. A volte ho l’impressione che i link siano troppo sopravvalutati in questo settore, e sappiamo bene in passato cosa hanno portato ai domini che avevano esasperato questa tecnica.

Prima si compravano a pacchetti, in base al PR dei siti..più pagavi più il PR era alto..poi baam! Crollo totale con l’aggiornamento di Google.

Ora stiamo ripartendo in quel senso. Cioè piano piano torniamo a “standardizzare” una procedura che ha già fatto arrabbiare zio G, perchè lui voleva fossero reali, naturali, con un criterio..

Ora, prima di festeggiare per il posizionamento organico che avranno i Tweet, dopo l’accordo con  Google, direi che è il caso di capire come procedere in questo senso, altrimenti rischiamo di fare un passo indietro nel tempo e finire di nuovo “inghiottiti” dalle Serp.

The Only Good Link is the Link You Don’t Talk about..

e ha detto tutto.

 

 

 

 

 

Sono sempre più impegnata per progetti e lavoro…e questo inevitabilmente mi toglie tempo al blog!!!

Mi fa piacere, sempre, vedere che molti visitatori ogni giorno popolano questo piccolo blog..e questo mi spinge a cercare ritagli di tempo per scrivere qualche nota “seo”.

Ultimamente su Facebook si è formato un bel gruppo..  Fatti di Seo .. molti spunti interessanti, molte riposte ai post  pubblicati competenti..ma se conoscete un pò il mio blog sapete già dove voglio andare a parare 🙂

Ok ma com’è possibile che “seo” di professione, o almeno così si presentano al gruppo, possano fare domande allucinanti?

Se sei SEO non puoi chiedere:

fatti-di-seo1

Eh vabbè…è appena arrivato/a

Ma…

fatti-di-seo2

Ah vabbè lei ha chiesto scusa prima 🙂

E questa?

fatti-di-seo3

Allora, se è vero che domandare è lecito e rispondere e cortesia…fin qui non c’è niente di sbagliato.

Ma io non entrerei mai in un gruppo di nerd, ad esempio, chiedendo se posso aprire una cartella sul desktop, rischierei il linciaggio pubblico.

Purtroppo, quelle domande, hanno anche scatenato dibattiti accesi..ed è questo che mi fa riflettere!

Ma chi è veramente SEO?

Quali sono le competenze SEO?

Il gruppo “fatti di seo”  è un gruppo di Esperti Seo??

Allora io non faccio polemica, e non giudico, ma da qualche anno (1996) l’IWA, l’Associazione professionale per la Qualità del Web Italiano ha ben definito queste professioni, che troppo spesso sono considerate Hobby:

Riporto come da sito

“Dal 1996 IWA si occupa di definire i requisiti dei profili professionali per il Web e le relative certificazioni, come entità di standardizzazione riconosciuta dal CEN. Le certificazioni si basano su conoscenza, competenza, costante aggiornamento e professionalità e rispecchiano, dal 1996, il requisito dell’indipendenza del certificatore della conoscenza rispetto alla nostra associazione”

E in particolare il Search Engine Expert dovrebbe essere una figura ben definita, io invece seguendo questi gruppi o forum di settore, finisco poi per sentirmi totalmente #estraneaallamassa

Apro una piccola parentesi in questo blog..che apparentemente di Seo ha ben poco, ma che spero si riveli come penso.

Da qualche tempo una figura in tv ha dato un senso in tutta Italia al mio nome. Perchè soprattutto giù al nord si fa fatica a capire il nome Imma. Ti dicono Irma? Emma? e io dico no semplicemente Imma.

Ma con donna Imma, quel personaggio molto forte della serie Gomorra, adesso tutti hanno la consapevolezza di questo nome: un diminutivo secondo me bello, per un nome troppo pesante, quale può essere Immacolata.

Potevo pensarci prima però. Donna Imma nel Seo sarebbe una figura affascinate, no?

Ho cercato tra le mie foto in giro per i social una foto che rappresenti la mia vera essenza: donna Imma di Napoli

donna-imma

 

Perchè anche per donna Imma-la Seo,  la famiglia viene prima di tutto 😉

 

Partiamo da questa immagine.

effetti-algoritmi-googleAlgoroo registra  l’impatto, più o meno forte, che hanno gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google nel ranking di migliaia di parole chiave. Parliamo, ovviamente, di zio G americano, quello .com 🙂

Ho guardato i picchi  e cercato un riscontro .

Gennaio 2013 → Google annuncia il primo ufficiale update del 2013, dalla serie “buon anno”. Il grafico mostra un red roo di 2.24 (il roo sarebbe l’andamento medio per parola chiave al giorno)

Aprile 2013 → In realtà Matt Cutts ha annunciato un Panda update a Marzo, e sinceramente non credo l’effetto a scoppio ritardato di un mese..

Maggio 2013 → A maggio succedono un bel po’ di cose: 9 maggio “Phantom“, 21 maggio “domain crowding“, in pratica Google realizza un update per controllare il crowding/diversity nelle SERP dalla seconda pagina, 22 Maggio Google Penguin Update 2.0 (ed effettivamente il giorno dopo si nota un clamoroso picchio verso l’alto)

Giugno 2013 →  giugno pullula di aggiornamenti ed è evidente dal grafico: Payday Loan Update (11 giugno, un pò di pulizia in serp),  Panda Dance (11 giugno), Multi-week Update (27 giugno Matt Cutts twitta che ci sarà un aggiornamento multi-week, e lo vediamo chiaramente nel grafico)

Luglio 2013 → Knowledge Graph Expansion non turba più di tanto…

Agosto 2013 → Gli articoli di approfondimento, “in-depth articles”, per cercare di dare maggiore  spazio ai contenuti cosiddetti long-form.
Il 20 agosto arriva il Colibrì, Hummingbird Update. Lanciato senza avvertire, zio G lo renderà noto solo un mese dopo 😦

Il Colibrì è forte, e si vede chiaramente dal grafico.

E quindi?

Ho l’impressione che il Colibrì, non annunciato come gli altri ma volato nelle serp a tradimento ci darà filo da torcere, e io quando c’è aria di nuovo sono sempre allegra 🙂

E la prossima volta, dopo avere cercato di spiegare quello che faccio a qualcuno che mi chiede “di cosa ti occupi?” , e puntualmente l’affermazione quasi sempre è “ah lavori per Google?”… comincerò a rispondere “un poco sì”

Buon Colibrì a tutti

Google

Dopo il pinguino, il panda adesso arriva il Colibrì.
Google colibrì

Si parla del nuovo algoritmo di Google, Hummingbird – Colibrì, stavolta senza toni minacciosi per noi SEO, ma si dice che il cambiamento sarà forte e evidente,. Quindi nessuna minaccia ma sempre sul chi va là.

L’algoritmo deve tenere il volo, eh il passo..perchè le query si stanno evolvendo, la gente fa le ricerca dai mobile con i comandi vocali..

Questo dovrebbe risolvere anche quel fastidioso risultato in SERP quando facciamo una domanda e la risposta è sempre il solito Yahoo answers 🙂

Tipo questa

Immagine

Scherzi a parte, le donne si depilano perchè è giusto che sia così e il Colibrì inciderà sull’importanza del title, per forza.

Mi sento un pò come quegli opinionisti dei reality…
Entro in un blog e dico la mia 🙂

Immagine

Google

Mi spaventa una mappa simile..è vero, evidentemente sono coerente con il mio network, ma Oscar Wilde dice che La coerenza è l’ultimo rifugio delle persone prive d’immaginazione 🙂

Scherzi a parte, provate a creare la vostra mappa http://inmaps.linkedinlabs.com/

linkedin-map

Ebbene sì…dopo solo 2 mesi dall’indicizzazione di Google è arrivato anche il posizionamento su Bing 🙂

torta-amantina

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

600 people reached the top of Mt. Everest in 2012. This blog got about 15.500 views in 2012. If every person who reached the top of Mt. Everest viewed this blog, it would have taken 9 years to get that many views.