Archivio degli articoli con tag: ricerca personalizzata google

Che poi io ci penso.. e a me questa cosa che i risultati di ricerca restituiti da Google siano fatti su misura per me.. mi dà sui nervi.

Google mi tiene intrappolata nel filter bubble?

Beh io comincio ad usare la papera…il motore che non ti traccia, che delle tue informazioni personali, FOAF, share…non sa cosa farsene 🙂

motore di ricerca duckduckgo

Vi consiglio la guida illustrata di DuckDuckGo.com

Mai sentito parlare dei i 57 segnali che utilizza Google per personalizzare le ricerche, anche quando sei disconnesso dal tuo account di Google?

Beh…sono supposizioni. Di confermate ne abbiamo solo 3 (computer – browser – posizione),  fornite da un ingegnere di Google

Riassumendo ( e traducendo) abbiamo

–          Le nostre ricerche

–          La nostra posizione

–          Il browser che utilizziamo

–          la versione del browser

–          Il computer che utilizziamo

–          Il linguaggio che usiamo

–          il tempo necessario per digitare una query

–          il tempo che passiamo nella pagina dei risultati di ricerca

–          il tempo tra la selezione di risultati diversi per la stessa query

–          il nostro sistema operativo

–          la nostra versione dei sistemi operativi

–          la risoluzione del nostro schermo del computer

–          importo medio di richieste di ricerca al giorno

–          importo medio di richieste di ricerca per argomento

–          distribuzione di servizi di ricerca che utilizziamo (web / immagini / video / tempo reale / news / mobile)

–          posizione media dei click nei risultati di ricerca

–          momento della giornata

–          data corrente

–          click sugli annunci

–          frequenza di click su pubblicità

–          frequenza di click sulla pubblicità adsense su altri siti web

–          frequenza delle richieste di domini su Google

–          uso della barra degli strumenti google.com o Google

–          la nostra età

–          il nostro sesso

–          uso del pulsante  “mi sento fortunato”

–          usiamo il tasto del mouse entra o per inviare una richiesta di ricerca

–          possiamo usare le scorciatoie da tastiera per navigare attraverso i risultati della ricerca

–          possiamo usare i comandi di ricerca avanzata

–          usiamo iGoogle

–          quantità di errori di battitura durante la ricerca

–          quanto spesso usiamo google suggest

–          distribuzione di breve / domande generali vs specifico / query di coda lunga

–          che altri servizi di Google utilizziamo (gmail / youtube / mappe / picasa / ….)

–          quante volte cerchiamo noi stessi su Google

L’ingegnere di Google (dal nome misterioso) ne ha confermati 3, ma ne ha parlato di 57 😦

3 su 57 è una buona media, il resto sono congetture molto probabili.. anche se la stragrande maggioranza di queste ipotesi può essere confermata dalla nostra esperienza con le SERP di zio Google…